Come disinfettare una mascherina lavabile

Siamo ancora nel bel mezzo della pandemia legata al Coronavirus, purtroppo, e riuscire a reperire sul mercato le mascherine monouso non è così scontato e facile come potrebbe sembrare. Proprio per questo motivo, spesso e volentieri si tende a puntare su una mascherina lavabile, che possa essere sanificata e riutilizzata in altre occasioni.

Trattamento in lavatrice

Le mascherine lavabili possono essere sottoposte a dei trattamenti differenti in base al materiale con cui sono state create. Ad esempio, quelle in tessuto non tessuto, si possono comodamente lavare in lavatrice, seguendo passo dopo passo gli accorgimenti che vengono consigliati da parte del produttore.

È importante prestare la massima attenzione alla temperatura a cui devono essere lavate le mascherine, anche pari a 90 gradi centigradi e il numero massimo di lavaggi. Attenzione, però, perché non possono essere in ogni caso stirate. Le mascherine in cotone, invece, si caratterizzano permettere il lavaggio in lavatrice ad elevate temperature e possono essere perfino stirate, magari utilizzando l’apposita funzione vapore, garantendo un altro processo di sanificazione.

Ovviamente, le mascherine lavabili non sono la soluzione migliore per gli operatori sanitari che vengono a contatto ogni giorno con i pazienti che sono stati infettati dal virus. Di conseguenza, sia i medici che gli infermieri dovrebbero optare per le mascherine chirurgiche oppure le FFP2 oppure le KN95.

Come sanificare le mascherine lavabili

Il primo passo per sanificare correttamente la mascherina lavabile è quella di igienizzare le mani con grande cura, usando un prodotto disinfettante oppure lavandosi con cura le mani, ma anche indossando appositi guanti monouso in lattice.

La soluzione migliore è quello di dotarsi di una soluzione idroalcolica, con una percentuale di alcol pari ad almeno il 70%, o di un simile disinfettante. Basta utilizzando un apposito spruzzino per diffondere il prodotto, tenendolo a distanza in maniera tale che non si bagni in modo eccessivo e i materiali possano deteriorarsi, per poi ripulire pure lacci ed elastici. Nel giro di 30 minuti, la mascherina sarà stata disinfettata alla perfezione.